Menu

Bottarga

EXPLORE
facebookinstagram

The Project

L’idea di Bottarga Borealis è nata dalla curiosità di Jonas Juselius, finlandese appassionato di cibo e Dottore in chimica.

Dopo essere venuto a conoscenza dell’esistenza della bottarga su un blog di cucina decide di cimentarsi in alcuni esperimenti con materie prime locali, Skrei (Gadus Morhua) nello specifico: uno dei pesci più rinomati al mondo. I primi tentativi danno buoni risultati ed è lì che Jonas inizia a pensare che questo esperimento potrebbe tramutarsi in un business

Jonas condivide l’idea con Joakim Wikström, svedese con un passato a 360° nel mondo della ristorazione (aiuto cuoco, sommelier etc.), iniziano a parlare della possibilità di creare qualcosa e Joakim, che ha da poco intrapreso gli studi universitari, decide di lanciarsi in quest’avventura sfruttando gli studi in economia per valutare la fattibilità o meno del progetto

Dopo essersi iscritto al Master of Science in Business Creation and Entrepreneurship, Joakim incontra Lia Berti, Italiana appassionata di cibo, che nel 2016 imposta la tesi del Master sulla redazione di un business plan per Hrogn AS.

Le ricerche di mercato e i risultati della tesi indicano un forte potenziale per il prodotto, soprattutto sul mercato italiano.Proprio grazie a questi risultati arrivano i primi fondi statali e privati e Lia è coinvolta come partner della società.

 

Nel Gennaio 2017 inizia la prima vera produzione con lo scopo di proporsi sul mercato internazionale tenendo come punto di riferimento l’alta ristorazione italiana.

ARTIC NORWAY

TROMSØ

Tromsø  è una cittadina di mare situata a
350 km dal Circolo Polare Artico,
considerata la porta d’accesso al Polo Nord

Nonostante si trovi alla parte artica della Norvegia – esattamente sul 69° parallelo – gode di un clima relativamente mite e grazie all’influenza della Corrente del Golfo, i suoi porti restano liberi dai ghiacci anche durante l’inverno.
La temperatura media nel mese di Gennaio si aggira attorno ai -4 °C e raramente scende sotto i -10 °C.
Il centro cittadino e la maggior parte della città si trivano sull’isola di Tromsøya, collegata a nord-ovest tramite un ponte con l’isola di Kvaløya (isola delle balene) e a sud-est con la terraferma norvegese.
Un tempo terra di pescatori ed esploratori, Tromsø è oggi la città universitaria più a nord del mondo oggi e centro rinomato per l’osservazione dell’aurea boreale. E’ proprio sull’isola di Kvaløya che nasce Bottarga Borealis, nel piccolo centro abitato di Kvaløyvågen.

Nei mesi invernali, dal 23 Novembre al 18 Gennaio, Tromsø è avvolta nella notte polare. Il sole non sorge mai al di sopra dell’orizzonte ma i pochi raggi di luce, riflessi sul manto uniforme di neve, tingono tutto di blu. L’orizzonte volge poi ai toni del rosa, e verso mezzogiorno, la luce cala fino a quando la notte più profonda scende ad abbracciare le montagne che si ergono sul fiordo, mentre nel cielo danza l’aurora boreale.D’estate, invece, il sole non scende mai sotto l’orizzonte. Tra il 21 maggio e il 23 luglio le notti estive sono lunghe e luminose mentre il bagliore dei raggi solari avvolge il panorama in una luce dorata.